Servizio Sanitario Regionale Azienda USL Umbria n.1

FASE 3 Covid. Viaggi e rientri in Italia, istruzioni aggiornate al 16-09-2020






Il Ministero della Salute ha stabilito che NON E' POSSIBILE ENTRARE NE' TRANSITARE IN ITALIA per i soggetti che provengono dai seguenti paesi:
  • Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kosovo, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Montenegro, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Serbia

OBBLIGO DI QUARANTENA DI 14 GIORNI CON ISOLAMENTO FIDUCIARIO per i soggetti provenienti da:
  • Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Repubblica di Corea, Tailandia, Tunisia, Uruguay
Inoltre a partire dal 24/07/2020
  • Bulgaria, Romania

Resta comunque L'OBBLIGO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E ISOLAMENTO FIDUCIARIO per tutte le persone fisiche provienti da Stati o Paesi esteri diversi da quelli facenti parte dell’Unione Europea, Stati parte dell’accordo di Schengen, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano ovvero che vi abbiano soggiornato nei 14 giorni anteriori all'ingresso in Italia.

Come ulteriore misura di prevenzione e tutela, soprattutto delle persone anziane e fragili, si raccomanda a tutti coloro che rientrano dai paesi sopra citati o che ospitano soggetti provenienti dai paesi sopra citati di CONTATTARE
  • il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della Usl Umbria 1 tramite email a prevenzione@uslumbria1.it 
  • oppure il NUS Coronavirus 800.63.63.63 (ore 8-20 tutti i giorni compresi festivi)
al fine di ottenere tutte le informazioni necessarie per la salvaguardia della salute dei singoli e della comunità e mettere in atto tempestivamente tutte le misure necessarie al contenimento dei rischi.


OBBLIGO  DI TAMPONE FINO AL 07/10/2020  PER CHI ARRIVA DAI SEGUENTI PAESI ESTERI:  CROAZIA, GRECIA, MALTA, SPAGNA ("DRIVE THROUGH") E ALBANIA (DIRETTAMENTE IN AEROPORTO)

La Regione Umbria a partire dal 19 agosto ha attivato sei postazioni in cui effettuare tamponi per diagnosticare l’eventuale infezione da Covid-19 direttamente senza scendere dalla propria auto, obbligatori per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta e Spagna. Per l'Albania i tamponi vengono effettuati direttamente in aeroporto (San Francesco di Assisi a Sant'Egidio).

In base all'Ordinanza del Ministero della Salute del 12 agosto, recepita dalla Regione Umbria con Ordinanza n. 48 del 17 agosto 2020,  il tampone può essere eseguito al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, dove possibile, ovvero entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’Azienda Sanitaria Locale di riferimento. Dal momento del rientro fino all’esito negativo del tampone, le persone sono sottoposte all’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora.

Si ricorda  che effettuare il tampone  è obbligatorio e la non osservanza delle ordinanze comporta una sanzione da 400 a 3.000 euro.


PUNTI DI "DRIVE THROUGH" USL UMBRIA 1
(aggiornamento del 16/09/2020) 


Guarda il video con le istruzioni principali per viaggiare verso il nostro Paese.

Per ulteriori informazioni consulta www.salute.gov.it/viaggiatori oppure chiama il numero gratuito di pubblica utilità 1500.







Ultimo aggiornamento: 21/09/2020