Servizio Sanitario Regionale Azienda USL Umbria n.1

FASE 3 COVID - Viaggi e rientri in Italia: istruzioni aggiornate al 24 luglio

Guarda il video con le istruzioni principali per viaggiare verso il nostro Paese.

Attualmente il Ministero della Salute ha stabilito che non è possibile entrare né transitare in Italia per i soggetti che provengono dai seguenti paesi:
  • Armenia
  • Bahrein
  • Bangladesh
  • Bosnia Erzegovina
  • Brasile
  • Cile
  • Kosovo
  • Kuwait
  • Macedonia del Nord
  • Moldova
  • Montenegro
  • Oman
  • Panama
  • Perù
  • Repubblica Dominicana
  • Serbia

E' invece obbligatoria la quarantena di 14 giorni di isolamento fiduciario per i soggetti provenienti da:
  • Algeria
  • Australia,
  • Canada
  • Georgia
  • Giappone
  • Marocco
  • Nuova Zelanda
  • Ruanda
  • Repubblica di Corea
  • Tailandia
  • Tunisia
  • Uruguay
Inoltre a partire dal 24/07/2020
  • Bulgaria
  • Romania

Resta comunque l’obbligo di sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario per tutte le persone fisiche provienti da Stati o Paesi esteri diversi da quelli facenti parte dell’Unione Europea, Stati parte dell’accordo di Schengen, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano ovvero che vi abbiano soggiornato nei 14 giorni anteriori all'ingresso in Italia.

Come ulteriore misura di prevenzione e tutela, soprattutto delle persone anziane e fragili, si raccomanda a tutti coloro che rientrano dai paesi sopra citati o che ospitano soggetti provenienti dai paesi sopra citati di contattare
  • il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della Usl Umbria 1 tramite email a prevenzione@uslumbria1.it 
  • oppure il NUS 800.63.63.63 (ore 8-18 dal lunedì al venerdì esclusi festivi)

al fine di ottenere tutte le informazioni necessarie per la salvaguardia della salute dei singoli e della comunità e mettere in atto tempestivamente tutte le misure necessarie al contenimento dei rischi.


Per maggiori informazioni consulta www.salute.gov.it/viaggiatori oppure chiama il numero gratuito di pubblica utilità 1500.






Ultimo aggiornamento: 30/07/2020